Sistemi di efficientamento energetico: parliamo di ammortamento economico?

Home - Blog - Sistemi di efficientamento energetico: parliamo di ammortamento economico?

Decidere di avviare un progetto di efficientamento energetico della propria abitazione pone le persone di fronte a molti quesiti. Uno dei principali riguarda il tempo di ammortamento economico dell’investimento, ovvero: in quanto tempi si rientra della spesa fatta? Rispondo a questa domanda e propongo una nuova chiave di lettura del concetto di ‘ammortamento’.

 

Quale il tempo giusto di ammortamento economico di un sistema di efficientamento energetico?

Questa è una domanda legittima che, però, non vorrei mi fosse mai fatta.
Se la risposta si limitasse ad un aspetto prettamente numerico e quantificabile potrei dire con buona approssimazione che 5/6 anni di tempo può essere considerato il break even point dell’investimento.
Va tuttavia detto che nel momento di progettazione e realizzazione di un lavoro di efficientamento non si può prescindere dal considerare come finalità un miglioramento del benessere personale. Nella mia esperienza, in anni di attività, ho potuto verificare che se le persone si soffermano ad un esclusivo bilancio costi/ricavi, prettamente numerico, sovente rimandano la decisione perché i tempi di ammortamento sembrano troppo lunghi. Questo vale soprattutto per impianti in ambito domestico. Diverso è se nella valutazione costi/ricavi entra anche il benessere delle persone e dell’ambiente.

 

Che senso dare al concetto di tempo di ammortamento?

Ho effettuato progetti dove l’ammortamento, inteso come recupero dei costi di investimento, non risultava palesemente interessante eppure gli interventi di efficientamento sono stati fatti con ampia soddisfazione da parte del cliente finale.
Va quindi considerato quale sia il vero senso che si deve dare al concetto di tempo di ammortamento. Quanto vale il benessere personale e il miglioramento del comfort abitativo? Con quale coefficiente numerico questi due valori possono essere inseriti nella valutazione del punto di pareggio dell’investimento e quindi nei tempi di ammortamento?
È mia convinzione che partire dal problema per individuare la miglior soluzione su misura, a costo energetico prossimo allo zero, rimane l’unica strada per avere il miglior break-even point.
La mia più grande soddisfazione?
Quando concludo un lavoro e le persone non mi chiedono il tempo di ammortamento nell’esclusiva ottica costi/ricavi, significa che il progetto è totalmente allineato sull’esigenza del cliente e che ho saputo interpretare le loro vere esigenze.

Leave A Comment